From: Signora Sonia. To: Shri Narendrabhai Modi

On January 29, Gujarat chief minister Narendra Damodardas Modi, speaking in Gujarati, said he had written several letters to the Union government on the issue of rising prices but had not heard back.

“I think I now need to write in Italian,” he said, raking up for the nth time Sonia Gandhi‘s foreign origin.

He did.

churumuri.com is pleased to reproduce the Congress president’s response*, in Italian*, in full*, which he (and his supporters and followers) may read using Google‘s wonderful translation service.

***

Mio caro Narendra Modi Damodarbhai

Accuso ricevuta della Sua lettera bella del 29 gennaio 2010 sulla questione del rialzo dei prezzi.

Come sempre, la tua straordinaria cortesia nei confronti delle donne, soprattutto donne non indù che non si vede negli occhi, è una bella lezione per i giovani di questo paese e le persone di origine indiana all’estero. Dove avrebbero dovuto imparare le lezioni linguistiche, senza grandi leader come te?

Damodarbhai, visto che siamo ad amici intimi e poiché io sono più vecchio di te, spero non ti dispiaccia la mia rivolgo a lei come “Little One” da ora in poi. Tutto bene?

Little Narendra, vi lamentate che avete scritto al governo centrale per l’aumento dei prezzi più volte “in una lingua che capisce”, ma non hanno sentito da loro. È possibile, appena possibile, che dopo la sconfitta del suo partito nelle elezioni del 2009, si può aver dimenticato l’indirizzo corretto a Delhi? O forse il tuo petto 56-pollici, quello che si chiamano con orgoglio “chhappan ki chaath” impedisce di vedere da quale parte del francobollo si stavano leccando?

Un po ‘, io sono commosso dalla vostra preoccupazione per il benessere dei poveri e degli emarginati della nostra società. Come vorrei che voi e il vostro “mercanti di morte” sono state mostrando tanta preoccupazione per i poveri e gli emarginati nel 2002? O ogni volta che voi e il vostro partito a nudo la tua zanne comunali?

Sulla questione del rialzo dei prezzi, dal momento che siete amici stretti con quali capitani di industria, come Ratan Tata e Anil Ambani e Sunil Mittal, sono sicuro che lei sa che i prezzi non sono solo un risultato delle politiche del governo, ma di tempo e globale come pure i prezzi. Inoltre, ne sono certo, come presidente del Gujarat Cricket Association, che l’onorevole ministro per l’agricoltura, Sharad Pawar, è stato impegnato con la Indian Premier League.

Capisco la tua impazienza, dato che uno dei vostri governi è stato votato sulla questione dei prezzi di cipolla, ma che è stato molto tempo fa. Così, a poco prima, spero che mostrano la pazienza che la gente del paese grande dell’India, hanno dimostrato di Cheapskates come te. Come dimostrano i risultati delle elezioni del 2009 prova, gli elettori di India sono saggi. Non rientrano per il tentativo vergognoso il suo partito a dipingere una figlia-in-law come un «outsider» e non cadrà per questo.

Di solito non mi sarei preso la briga di rispondere a un tale colpo basso, Little One, ma visto che sono così desiderosi di fare il punto, ho pensato, Chalo, cazzo. Prima di concludere mi permetto di ricordarvi che le prossime elezioni sono ormai cinque anni di distanza, ma non fa male a iniziare presto.

Rimango yours,
Sonia Sorella

* Tongue in cheek